sede di competenza

La filiale COVEX di competenza per la Cina è Milano – Telefono: 02/4049230 e Roma – Telefono: 06/97848770

Visti turistici e lavorativi per la Cina

Presso il Consolato della Cina a Milano è possibile richiedere il visto turistico per la Cina, il visto affari per la Cina, il visto lavoro per la Cina, il visto turistico per la Cina ecc.

Attenzione!

COVID-19: Aggiornamento al 18/01/2023

I cittadini Italiani che si recano in Cina possono nuovamente effettuare uno scalo o più scali in un paese terzo, oppure partire con un volo diretto non ci sono limitazioni sulla tratta ne sul numero di scali effettuati dalla compagnia aerea.

TEST MOLECOLARE

I passeggeri che partono dall’Italia per la Cina devono effettuare un tampone molecolare nelle 48 ore prima della partenza, il semplice test antigienico non viene accettato. Il test molecolare deve riportare nome completo del viaggiatore, orario di esecuzione del test, nome e contatto della struttura che ha eseguito il test ecc. Il certificato è richiesto in formato cartaceo, la Compagnia Aerea verificherà al check-in l’esito negativo del test.

DICHIARAZIONE DOGANALE

Per i passeggeri che partono dall’Italia non è più richiesto l’inserimento di un codice sanitario all’Ambasciata o ai Consolati Generali Cinesi in Italia prima della partenza. Il risultato del test molecolare, 48 ore prima dell’imbarco va caricato sul formulario online disponibile al seguente link: https://htdecl.chinaport.gov.cn/htdeclweb/home/pages/healthDeclare/declare.html  oppure tramite il il mini-programma di WeChat “Customs Passenger Fingertip Service” o tramite l’applicazione “Pocket Customs”.


CONTROLLI ALL’INGRESSO IN CINA

All’arrivo in Cina non verrà più richiesto ai passeggeri di effettuare il test. Presentando la dichiarazione sanitaria in dogana, senza anomalie riscontrate, le persone potranno accedere direttamente nel territorio nazionale. Mentre le persone che presenteranno una dichiarazione sanitaria con anomalie o che presenteranno febbre e/o altri sintomi saranno sottoposte a un test antigenico. Se il risultato sarà positivo, le persone infette asintomatiche o con sintomi lievi, potranno restare in isolamento domiciliare, presso residenze o in autocura.