sede di competenza

La filiale COVEX di competenza per l’India è Milano – Telefono: 02/4049230 

Visti turistici e lavorativi per l’India.

In questa pagina trovate tutte le informazioni per la richiesta di visto turistico per l’India, visto affari per l’India, visto lavoro per l’India etc. per le domande di visto presentate presso il Consolato di Milano. Per tutte le richieste di visto turistico è possibile ottenere il visto multiplo per 12 mesi, per tutte le richieste di visto per Affari e lavoro per l’India è possibile ottenere il visto multiplo di 12 mesi.
Attenzione!

03/08/2022 AGGIORNAMENTO INGRESSO IN INDIA

Le autorità governative Indiane hanno annunciato il ripristino del regolare traffico aereo internazionale a partire dal 27 marzo 2022.

Tutti i viaggiatori devono compilare un’auto-dichiarazione sul portale www.newdelhiairport.in (sezione Air Suvidha in alto a destra nella homepage cliccando su “Fill Self Declaration Form” ) caricando sullo stesso portale il Green Pass o il certificato vaccinale, attestante il completamento di due dosi di vaccino, oppure un certificato di negatività al Covid-19 a seguito di test RT-PCR (tampone) eseguito entro le 72 ore precedenti il viaggio se non si è completamente vaccinati.

Non è più necessario di osservare un periodo di isolamento fiduciario presso un’abitazione per un periodo di 7 giorni, è invece richiesto di osservare un periodo di auto-monitoraggio di 14 giorni e non è più obbligatorio sottoporsi a un test Covid all’arrivo in aeroporto ma all’arrivo in India i passeggeri, potranno essere sottoposti a test RT-PCR (tampone) a proprie spese e indipendentemente dal proprio stato vaccinale (test eseguito a campione da parte delle autorità Indiane sul 2% degli arrivi). In caso di positività al Covid-19, accertata a seguito di test allo sbarco in India o successivamente ad esso, le autorità indiane si riservano il diritto di disporre il soggiorno della persona interessata presso una struttura medica o “Covid hotel” locale, con soggiorno obbligatorio e spese di soggiorno e cure mediche a carico dell’interessato. Si invitano i connazionali ad attenersi alle predette disposizioni, inderogabili e sanzionabili penalmente in caso d’inosservanza.

I visti elettronici E-VISA INDIA per Affari, Turismo, e trattamenti medici è consentito esclusivamente per chi entra via aerea o marittima e mai attraverso le frontiere terrestri.

Per il prolungamento del soggiorno in territorio Indiano la domanda di rinnovo del titolo di soggiorno va inviata agli uffici FRRO seguendo la procedura online, a pagamento, descritta nel sito web di FRRO raggiungibile al seguente link: https://indianfrro.gov.in/eservices/home.jsp

Per qualsiasi altra informazione fare riferimento al sito internet dell’Ufficio immigrazione indiano (Bureau of Immigration) raggiungibile al seguente link: https://boi.gov.in

Si consiglia di verificare preventivamente con la compagnia aerea eventuale altra documentazione richiesta prima dell’imbarco.

27/12/2021 AGGIORNAMENTO INGRESSO IN INDIA

Prima della partenza va richiesto un certificato di negatività al Covid-19 rilasciato a seguito di test RT-PCR (tampone) eseguito nelle 72 precedenti l’imbarco oltre a compilare un’autodichiarazione sul portale www.newdelhiairport.in (sezione Air Suvidha in alto a destra nella homepage) osservando i seguenti punti:

  • caricare l’esito del tampone negativo;
  • impegnarsi a sottoporsi ad eventuali 7 giorni di quarantena domiciliare all’arrivo in India;
  • prenotare il test molecolare all’arrivo (per i passeggeri in arrivo negli aeroporti di Delhi, Mumbai, Kolkata, Chennai e Bangaluru, il test molecolare confermativo dovrà essere prenotato sul suddetto portale);

Dal 1° dicembre 2021 le autorità indiane dispongono l’isolamento fiduciario domiciliare di sette 7 giorni per i passeggeri provenienti dal territorio europeo (incluso il Regno Unito), Bangladesh, Botswana, Brasile, Cina, Mauritius, Nuova Zelanda, Sud Africa, Zimbabwe, Singapore, Hong Kong e Israele. Questi saranno obbligatoriamente sottoposti a test molecolare al loro arrivo in aeroporto indiano, a proprie spese e a prescindere dallo status di vaccinazione. All’esito del predetto periodo di isolamento fiduciario domiciliare si è tenuti a sottoporsi a nuovo test molecolare. In caso di esito negativo,  si è tenuti a osservare 7 giorni di auto-monitoraggio sanitario.

Si consiglia di verificare preventivamente con la compagnia aerea eventuale altra documentazione richiesta prima dell’imbarco.

Le informazioni che seguono sono da intendersi superate.

11/11/2021 AGGIORNAMENTO E-VISA INDIA – VISTO AFFARI  E TURISMO

Le Autorità indiane hanno ripristinato l’emissione di tutte le categorie di visto, inclusi i visti turistici (e-Tourist Visa/Tourist Visa) a partire dal 7 ottobre 2021 per i viaggi turistici di gruppo e dal 15 novembre 2021 per i viaggi turistici individuali. Attualmente è possibile richiedere un visto turistico con ingresso singolo per un soggiorno non superiore a 30 giorni, il visto ha una validità di 4 mesi dalla data di rilascio, non è estendibile o modificabile dopo l’ingresso in India senza alcuna eccezione.

I visti business e-visa per affari vengono regolarmente rilasciati con ingressi multipli per 12 mesi.

01/04/2021 AGGIORNAMENTO E-VISA INDIA – RIPRISTINO DEL VISTO ELETTRONICO

Il Ministero degli Affari Interni Indiano ha ripristinato il visto elettronico e-visa per le categorie Business visa – Medical visa – Conference visa. Il visto per motivi turistici rimane ancora sospeso. I visti Employment, Student visa e le altre tipologie di visto vanno trasmesse in modalità cartacea al Consolato Indiano di competenza in base alla residenza del richiedente.

L’ingresso in India con visto elettronico è consentito nei seguenti aeroporti: Ahmedabad, Amritsar, Bagdogra, Bengaluru, Bhubaneshwar, Calicut, Chennai, Chandigarh, Cochin, Coimbatore, Delhi, Gaya, Goa, Guwahati, Hyderabad, Jaipur, Kolkata, Lucknow, Madurai, Mangalore, Mumbai, Nagpur, Port Blair, Pune, Tiruchirapalli, Trivandrum, Varanasi e Visakhapatnam e in 5 porti marittimi: Cochin, Goa, Mangalore, Chennai e Mumbai. I dati biometrici saranno sempre acquisiti all’arrivo in India.

Si ricorda che il visto elettronico non è estendibile o convertibile in altre categorie di visto e non permette di
visitare aree protette e riserve in India (Sikkim etc.).

11/02/2021 TEMPISTICHE PER IL RILASCIO DEL VISTO AL CONSOLATO INDIANO DI MILANO

Il Consolato Indiano di Milano comunica che a causa dell’aumento del numero di richieste di visto per l’India la tempistica per il rilascio del visto può superare i 20 giorni lavorativi dalla data di presentazione in Consolato. Ricordiamo che la procedura di urgenza è sospesa dall’inizio della pandemia.

01/11/2020 – Il Consolato Indiano ha ripreso le proprie attività per le sole categorie di visto business (affari, intervento tecnico, assistenza etc.) , visto employment (per chi viene assunto da una società Indiana), visto per ricongiungimento famigliare e visto entry per la comunità di Auroville. Al momento non vengono concessi visti per turismo e  visti per cure mediche, per altre tipologie di visto contattare i ns. uffici di Milano.  I visti elettronici e-visa ottenuti in precedenza non sono più validi.

Per chi si deve recare in India per una delle categorie sopra indicate ed è in possesso dei requisiti per richiedere il visto la procedura da seguire è la seguente:

-Inviare via mail all’indirizzo info@covex.it scansione di tutti i documenti richiesti nei menu sotto indicati a seconda del tipo di visto richiesto compresa la scansione della prima pagina del passaporto.
-Attendere conferma scritta da parte di Covex a procedere e successivamente inviare tutta la documentazione in originale con corriere.

Il visto potrebbe essere rilasciato per un periodo inferiore a quello richiesto, durata e validità del visto sono a discrezione Consolare. E’ temporaneamente sospesa la modalità di acquisizione delle impronte digitali in Consolato.

03.03.2020 Il Ministero degli Interni Indiano ha temporaneamente sospeso la validità di tutti i visti elettronici (e-visa) e visti su passaporti rilasciati in data antecedente al 3 Marzo 2020 ai cittadini Italiani, Cinesi, Iraniani, Giapponesi e della Corea del Sud. E’ inoltre sospesa la validità dei visti elettronici (e-visa) e visi su passaporti emessi a coloro i quali hanno viaggiato in Italia, Cina, Corea del Sud, Iran o Giappone dopo il 1 febbraio 2020 o il 1 febbraio stesso e non sono ancora entrati in territorio indiano. Coloro che necessitano di recarsi in India per ragioni comprovate e urgenti (a discrezione del funzionario consolare) possono provare a presentare una nuova domanda di visto all’Ambasciata Indiana di Roma.

Il Consolato di Milano è competente per i residenti nelle Regioni: VALLE D’AOSTA / PIEMONTE / LIGURIA / LOMBARDIA / VENETO / TRENTINO ALTO ADIGE / FRIULI VENEZIA GIULIA / EMILIA ROMAGNA per le restanti regioni interrogare la pagina India Roma