sede di competenza

La filiale COVEX di competenza per la Bielorussia è Roma – Telefono: 06/97848770

Attenzione!

04/04/2022 Aggiornamento COVID-19 

I viaggiatori non vaccinati provenienti dall’ l’Italia devono presentare un test RT-PCR (NAAT) negativo eseguito massimo 3 giorni prima della partenza per la Bielorussia. I viaggiatori completamente vaccinati con certificati di vaccinazione approvati non devono presentare un test COVID-19 negativo.

Per cittadini Italiani il visto non è necessario per un soggiorno massimo di 30 giorni, a condizione che i viaggiatori arrivino e partano dal solo aeroporto internazionale di Minsk, in tutti gli altri casi il visto è obbligatorio e va richiesto prima della partenza all’Ambasciata di Bielorussia a Roma.

I valichi di frontiera terrestri con la Lituania, la Polonia e la Lettonia risultano per il momento ancora aperti.

Considerata la situazione di incertezza sono sconsigliati viaggi a qualsiasi titolo nel Paese. Prima di organizzare il viaggio consultare il sito dell’Ambasciata (https://ambminsk.esteri.it/), è consigliata la registrazione sul sito https://www.dovesiamonelmondo.it/.

(Le informazioni che seguono fanno riferimento alle procedure prima del COVID 19)

A partire dal 27 luglio 2018 il periodo di permanenza continuativa senza visto è stato portato fino a 30 giorni consecutivi. Il periodo massimo di soggiorno nel Paese non può in ogni caso superare i 90 giorni in un anno. La regola si applica per i soli viaggiatori che arrivino e partano dal solo aeroporto internazionale di Minsk con voli provenienti dall’Unione Europea (o da altri Paesi specificamente indicati nel Decreto del Presidente della Repubblica di Belarus n. 8/2017, fra cui però NON è presente la Federazione Russa) e per soggiorni in ogni caso non superiori ai 30 giorni solari (compresi i giorni di arrivo e partenza). È comunque necessario dotarsi di assicurazione medica per il periodo (su richiesta la COVEX fornisce il servizio per l’emissione della polizza assicurativa).